0%

Alla scoperta del valore delle parole

Come NOOO Agency ha intrapreso un viaggio all'interno del Percorso di formazione di Intelligenza Linguistica.

“Cosa sono, secondo voi, le parole?” 
Con questa domanda nella sua essenza così semplice, e al tempo stesso complessa, è iniziato il nostro percorso di Intelligenza Linguistica, quattro ore di formazione con un consulente esterno per tutto il team di NOOO Agency
Le parole hanno, infatti, un potere fortissimo, in grado di far mutare la percezione che noi stessi e il nostro interlocutore abbiamo di noi, del contesto, delle relazioni che costruiamo e del lavoro che proponiamo.

Perché l’Intelligenza Linguistica? 
Essendo inseriti all’interno di un ambito lavorativo caratterizzato da molti confronti e condivisioni di idee, pensieri e punti di vista, avere la capacità di esprimere nel modo più adeguato ed efficace ciò che vogliamo comunicare risulta fondamentale. Siamo persone, lo sappiamo, e in quanto tali possiamo commettere degli errori, avere dei momenti di indecisione, non essere d’accordo su ciò che ci viene proposto, ma, soprattutto, possiamo migliorare e imparare costantemente. Basta volerlo e allenarsi per raggiungere determinati obiettivi. 

Mossi da queste convinzioni e dalla consapevolezza di avere la necessità di comprendere fino in fondo il potere comunicativo delle parole, abbiamo deciso come team di svolgere questo percorso di formazione, che ci ha condotti ad un arricchimento non solo personale e professionale, ma anche in qualità di gruppo. 

Dal pensiero in potenza all’emozione in atto
Prima che con clienti e colleghi, le persone con cui parliamo, comunichiamo e ci confrontiamo di più siamo noi stessi. Solo imparando a comunicare al nostro io interiore ciò che davvero stiamo provando e pensando saremo poi in grado di esternalizzarlo e riferirlo anche agli altri. Proprio per questo, il percorso di Intelligenza Linguistica che abbiamo intrapreso è iniziato da un’analisi personale, permettendoci di capire come comprendere le parole dall’interno ci porti poi a saperle analizzare anche all’esterno. 

Infatti, tutto ciò che proviamo interiormente si traduce in azioni dalle quali scaturiscono delle reazioni. A partire da esse, il nostro corpo recepisce delle informazioni che tramuta in un linguaggio interiore, il quale una volta esternalizzato, crea l’ambiente emotivo nel quale ogni giorno lavoriamo, ci relazioniamo e viviamo.
Il processo attraverso il quale creiamo la realtà, in sostanza, si basa sul nostro modo di percepire gli stimoli interni ed esterni e di reagire a essi, ma soprattutto è particolarmente influenzato dalle parole che il nostro cervello elabora per comunicare determinate emozioni e percezioni. 
Ecco allora che l’autostima e un linguaggio interiore positivo e propositivo hanno il potere di far mutare notevolmente l’ambiente emotivo nel quale lavoriamo. Ciò si applica a qualsiasi dimensione professionale, ossia sia tra agenzia e cliente, che tra colleghi, nell’ottica di creare un contesto più disteso e umano, nel quale anche le critiche e i pareri contrastanti possano essere colti come uno spunto di miglioramento e crescita. 

L’impatto delle parole 
Il percorso di Intelligenza Linguistica che abbiamo affrontato ci ha permesso poi di autoanalizzare il nostro operato comunicativo, partendo da un concetto fondamentale: la responsabilità. Molto spesso quando si comunica, infatti, si tende a credere che se qualcosa non viene capito la “colpa” sia da attribuire all’interlocutore, ma cosa succederebbe se invece ci autoanalizzassimo? La nostra modalità comunicativa è stata efficace? Abbiamo utilizzato le parole giuste o gli stessi concetti potevano essere espressi in un altro modo e sortire un risultato differente?
Come comunicatori, abbiamo il dovere di assumerci la responsabilità di ciò che diciamo e soprattutto del risultato della comunicazione. Lo stesso messaggio può infatti essere recepito in modo diverso in base all’interlocutore che ci troviamo di fronte: dobbiamo essere noi a capire le esigenze dell’altro, a modulare i nostri messaggi, a metterci nei panni dell’interlocutore, affinché si realizzi uno scambio positivo, costruttivo, di successo
Insomma, queste quattro ore di formazione ci hanno portato a riflettere su un’attività che svolgiamo tutti i giorni, spesso sovrappensiero: parlare!

Mettersi alla prova, ascoltare esperienze altrui e far entrare in agenzia professionisti esterni ci aiuta a contaminare sempre di più la nostra professionalità con quella di altre realtà, così da offrire ai nostri clienti un bagaglio di competenze sempre più approfondito. Per questo, i momenti di formazione e di approfondimento sono essenziali, poiché si tramutano in crescita e valorizzazione sia del team che dei singoli.

15 Settembre, 2021

More from Nooo